Ristrutturazione

Come scegliere gli infissi Roma per la nostra casa

infissi Roma

Senza dubbio ottenere luce naturale e isolare sia il freddo che il caldo, sono le possibilità offerte da un buon infisso. I nostri consigli ti aiuteranno a scegliere il tipo di metallo da utilizzare per gli infissi Roma in base alle tue esigenze.

Materiali infissi Roma: PVC, alluminio o legno?

È molto importante scegliere il materiale per gli infissi Roma in base alle condizioni climatiche, a seconda del livello di rumore della casa e in base al budget.

L’alluminio è preferito per la sua resistenza alla corrosione, ma dovrebbe incorporare un sistema di interruzione termica tra i due profili che rafforza l’isolamento, per isolare bene. Tuttavia, il PVC è uno dei migliori isolanti per le zone fredde e sostiene bene l’umidità, soprattutto nelle città come Roma.

È anche duttile e consente una varietà di forme, anche arrotondate. Lo svantaggio è che i profili sono più larghi di quelli dell’alluminio, quindi è adatto per grandi finestre. È più economico dell’alluminio con rottura del ponte termico.

Se parliamo di infissi Roma in legno, i più scelti sono il cedro, il pino o l’eucalipto laminare, cioè trattato per resistere meglio agli agenti atmosferici. Le finestre e le porte esterne in legno devono essere mantenute correttamente, pulendole ogni due anni e nutrendone la superficie.

Devono inoltre essere levigati e verniciati dopo dieci anni di installazione, in base alle condizioni meteorologiche. Ci sono anche infissi Roma misti, in alluminio verniciato di colore all’esterno e in legno di pino all’interno. Che se il suo prezzo è aumentato abbastanza, a volte raggiunge il doppio del prezzo di alluminio e PVC.

Infissi Roma: sistemi di apertura e vetri isolanti

Quando si tratta di risparmiare spazio, i sistemi di apertura ad oscillazione, ghigliottina o oscillazione parallela sono i più adatti; il primo è uno dei più utilizzati per gli infissi Roma sul mercato per la sua praticità e il basso costo ed è molto utile per le doppie finestre, tuttavia, e sebbene questi tipi siano migliorati molto, il sistema più ermetico è praticabile o pieghevole.

Così la finestra consente sia l’apertura laterale e superiore, quest’ultimo lo rende più adatto per le stanze dei bambini. Nel caso degli spazi attici possiamo trovare modelli di infissi Roma inclinabili, che ruotano fino a 180º, e sporgenti, per tetti inclinati che consentono un angolo di 45º, e che sono anche pronti per essere impermeabili e quindi prevenire l’acqua piovana da penetrare dentro.

Per quanto riguarda i costi di produzione e installazione dei diversi sistemi di apertura degli infissi Roma, possiamo dire che una finestra a battente con due lastre di alluminio anodizzato bronzo o argento o laccato bianco o nero, senza rottura del ponte termico, può essere circa 250 e 350 € / m2, a seconda del tipo di rete e di interruzione termica, aumenterebbero il suo prezzo del 30%. Colori speciali aumentano il prezzo del 10% e se imitano il legno del 20%.